dep design store newsletter
depdesignstore.com  |  iscriviti alla newsletter
Che bella Milano in questi giorni del Salone!

Folle di persone provenienti da tutto il mondo, erano in giro in ogni zona della città: a piedi, in bici, cercando di vedere il più possibile tra gli eventi proposti.

image1
image4

Anche io ho fatto parte di questa folla, ho camminato moltissimo, spostandomi da una parte all'altra di Milano, scoprendo angoli, strade e cortili nascosti il resto dell'anno, che durante questa settimana sono aperti e si lasciano ammirare. Consapevole dell'impossibilità di vedere tutto, ma consapevole anche che il "non vedere tutto" fa parte del fascino del Salone.

E comunque, ovunque andassi e qualsiasi cosa vedessi, si respirava un'energia straordinaria. Volti sorridenti, allegri, belli, di buon umore! Incontri con fornitori,con addetti ai lavori, con amici, conoscenti: "dove sei stato, cosa hai visto, dove mi consigli di andare, allora vado..."

image3
image3
image3
image4
image2
image2

Tra le tante cose viste, quella che ha lasciato il segno è stata una galleria d'arte: Erastudio Apartment Design Gallery. E' una location affascinante, situata al 3° piano di una vecchia casa in un nascosto cortile di Brera.

image3
image4
Lo spazio è stato restaurato dalla sua proprietaria, l'architetto Patrizia Tenti, seguendo la filosofia del "meno è meglio". Pareti nude scrostate rivelano le tracce preesistenti: strati su strati di cemento dai colori sbiaditi che ormai sono un tutt'uno e donano all'insieme un'atmosfera senza tempo. Le pareti si rispecchiano nel pavimento ricoperto da lastre di acciaio lucido.
image1
image2
Un terrazzo con glicini fioriti, accoglie a sorpresa due poltrone Lady di Zanuso che sembrano parlarsi. Un prototipo, mai messo in produzione, di una camera da letto di Ettore Sottsass da perderci la testa. La galleria accoglie periodicamente pezzi unici, prove d'artista, edizioni limitate, progetti speciali.
image3
image4

In Fiera era evidente la distanza tra le aziende che hanno avuto il coraggio di rischiare e di rinnovarsi e quelle paralizzate dalla crisi. Il rischio è stato ripagato, era sotto gli occhi di tutti: gli stand con i soliti prodotti erano vuoti, gli altri affollatissimi.

image3
image4

Anche in Fiera, per chi come me, lavora nel settore, è stato facile fare incontri con persone che magari da tempo non incontravo: "come vai tu? si sopravvive, certo, con questa crisi è dura, ma sì sei brava tu, vedrai, che ne dici di mangiare un panino insieme?"

image3
image4

E così di padiglione in padiglione si percorrono kilometri, si osservano particolari, si fanno domande, si prendono cataloghi, si prendono decisioni, si studia, si rischia.

image3
image2

Ogni tanto la fatica si fa sentire e ci si butta letteralmente nelle zone di pausa.

image1
image1

Non per tanto tempo però, c'è ancora tanto da vedere...

image3
image4
– – –
Ricevi questa email perchè sei iscritto alla nostra mailing list oppure perchè sei nostro cliente o fornitore. Se non desideri ricevere più la nostra newsletter, clicca qui. Per inoltrare questa newsletter a un amico, clicca qui.